Estetica dentale

Faccette in ceramica

Le faccette in ceramica rappresentano la migliore opzione terapeutica per migliorare la forma e il colore di denti. Sono delle lamine di ceramica di circa 0,5/0,7 mm di spessore che si applicano adesivamente allo smalto dei denti.

Richiedono una preparazione minima dello smalto e, data l’elevata forza di adesione tra smalto e ceramica, il risultato ottenibile, indistinguibile dai denti naturali, è molto duraturo. Possono correggere le gravi discromie da tetracicline (denti grigi congeniti) oppure ridare la forma a denti abrasi o scheggiati, correggere spazi tra i denti o lievi difetti di allineamento.

Si possono realizzare faccette singole: il caso frequente è quello dell’incisivo fratturato parzialmente in giovane età e più volte ricostruito con restauri compositi che con il tempo si degradano o si distaccano.

Oppure realizzare interi set di faccette (solitamente otto per arcata) che vadano a realizzare il sorriso perfetto, magari simile alle foto delle pubblicità o delle attrici.

In selezionati casi si possono eseguire faccette senza alcuna preparazione ai denti (prepless veneers), oppure eseguire faccette parziali (partial veneers) che vadano a correggere gap tra i denti o difetti di forma del singolo dente.

Sbiancamenti dentali

Gli sbiancamenti dentari di tutta l'arcata o di un solo dente più scuro (sbiancamenti esterni o interni) sono largamente collaudati e non presentano limitazioni salvo sensibilità dentale accentuata o restauri protesici nei settori anteriori.

La tecnica di sbiancamento migliore è rappresentata dall’utilizzo di Perossido di Idrogeno al 35% abbinato a una Lampada Led, che consente un risultato immediato anche in una sola seduta.

Esistono anche sistemi di sbiancamento domiciliari con mascherine trasparenti e gel sbiancanti a contrazioni inferiori che consentono al paziente di mantenere nel tempo i risultati ottenuti.

Estetica dentale

Chiedi informazioni

Accetti di inviare i dati personali? Info privacy
Digita il codice: img